Notizie dal Comune

"SEMPRE STATI PRONTI AD INTITOLARE IL MUNICIPIO A GIROLAMO TRIPODI. "TRIESTE" NON SARÀ CAMBIATA, NE' PIAZZA DELLA REPUBBLICA, NE' ALTRE VIE ESISTENTI. NOI RISPETTOSI SINO IN FONDO DELLA VOLONTÀ POPOLARE"

Stemma Comune
mer 19 dic, 2018

In una nota di replica alla Gazzetta del Sud in merito a presunte divisioni sulle intitolazioni di alcuni luoghi simbolici di Polistena alla figura del compianto Girolamo Tripodi, l’Amministrazione Comunale ha precisato alcune cose tra cui la certezza di non voler più procedere al cambio di denominazione di via Trieste, che pertanto rimarrà tale, né tantomeno di sostituire, come qualcuno avrebbe preteso, il toponimo di Piazza della Repubblica, espressione della democrazia e di quei valori collettivi di cui proprio Girolamo Tripodi, quale uomo delle istituzioni è stato portatore.

L’Amministrazione Comunale aveva pensato con grande entusiasmo ed in segno di profondo riconoscimento all’opera civile e politica svolta a Polistena dal compianto Girolamo Tripodi ad alcune intitolazioni importanti, senza ledere o ridimensionare nessuno, tantomeno la straordinaria statura di politico come Mommo Tripodi, che ha fatto tanto per Polistena e non avrebbe meritato di essere sfiorato da alcun tipo di polemica strumentale dopo la sua morte. “Chi é di Polistena e ci vive - si legge nella notasa bene che le proposte di intitolazione di Casa della Cultura in palazzo Sigillò, simbolo un tempo del potere nobiliare restituito oggi al popolo ed alla collettività, e della via Trieste, via principale di Polistena, costituiscono degno riconoscimento alla figura del compianto Girolamo Tripodi. Affermare il contrario vuol dire offendere l’intelligenza propria e quella dell’intera comunità di Polistena, senza alcun rispetto, oltre che delle scelte delle istituzioni democratiche, della stessa memoria di Girolamo Tripodi”.

In ogni caso sempre disponibile al confronto, l’Amministrazione Comunale aveva già fatto sapere infatti, almeno quattro mesi fa, di essere pronta ad intitolare il Palazzo Municipale a Girolamo Tripodi. “L’intitolazione del Municipio - prosegue la nota - insieme alle altre iniziative in campo che l’Amministrazione intende compiere per Girolamo Tripodi, è un convincimento che si fa più maturo alla luce delle paventate riserve sul cambio della denominazione di via Trieste, che molti cittadini ci hanno espressamente chiesto di mantenere integra. E così sarà, ben consapevoli che l’opera di Mommo Tripodi meriti molto di più che l’intitolazione di una via, di una piazza o di un palazzo”. “In ragione di una disponibilità - continua la nota - già annunciata da almeno quattro mesi, è inutile e strumentale mandare avanti un “comitato di fantasmi” al solo scopo di creare confusione o diffondere messaggi distorsivi, opposti a quelli reali. Così facendo, si fa il gioco di coloro che, nell’ombra, hanno tutto l’interesse a muovere le fila per destabilizzare i valori e gli ideali che Girolamo Tripodi ha radicato nel tempo a Polistena. Inoltre è davvero imbarazzante assistere alla tentata riabilitazione di sleali nemici che ora, vigliaccamente, gongolano a tesserne le lodi dopo che per tutta una vita lo hanno severamente oltraggiato”.

“L’importante per noi - conclude la nota - al di là dei simboli da intitolare, è dare futuro a quel lungo e vittorioso percorso di storia popolare cominciato dal bracciante, sindacalista, politico, Sindaco Girolamo Tripodi” per porre in perenne risalto l’attività da lui compiuta nel solco del suo esempio indimenticabile.

 

UFFICIO STAMPA COMUNALE

Condividi questo contenuto