Notizie dal Comune

Fuoco ad autoambulanza a Polistena. Il Sindaco Michele Tripodi: "Azione doppiamente criminale"

ambulanza incendiata
mer 07 feb, 2018

Dare fuoco a qualcosa è un atto indegno e criminale, specie se lo si fa nell’ombra a scopo intimidatorio, ma tentare di bruciare nella notte un’ambulanza del servizio sanitario pubblico, è un atto doppiamente criminale e doppiamente deplorevole.

Non sappiamo quale sia il messaggio “cifrato”, certamente mafioso, di chi ha deposto una tanica con materiale infiammabile all’interno dell’abitacolo dell’ambulanza appiccando poi fuoco, evidentemente nel tentativo di distruggere il mezzo. Fatto sta che la scorsa notte a Polistena presso i locali comunali che ospitano il SUEM 118, l’ambulanza parcheggiata fuori è stata salvata dalle fiamme, che da lì a poco avrebbero avvolto il mezzo, solo grazie all’intervento degli stessi operatori. La sede del Suem infatti è operativa h24 e si trova presso il centro comunale di via Turati, dove è collocata anche la farmacia comunale e dove alloggiano nelle ore notturne proprio gli operatori del Suem.

E’ un gesto vergognoso, a tratti inspiegabile, che oltre a qualificarsi per viltà e squallore, mette in apprensione quanti, in primis operatori sanitari e medici, prestano diligentemente il loro lavoro ed il loro servizio per assicurare il diritto alla salute ed il funzionamento della sanità pubblica in un territorio che già ha le sue carenze ed i suoi problemi.

Esprimiamo massima vicinanza agli operatori del SUEM 118, che esortiamo a proseguire nel loro ruolo indispensabile per assicurare assistenza e continuità dei servizi sanitari sul territorio.

Chiediamo infine che sull’accaduto possa essere fatta chiarezza e si possano consegnare alla giustizia gli autori materiali e gli eventuali mandanti, senza escludere nessuna ipotesi compresa quella degli appetiti della criminalità comune ed organizzata, la quale storicamente si nutre dei disservizi e dei malanni altrui che, oltre i pazienti, investono purtroppo il sistema sanitario calabrese.

 

IL SINDACO – Dott. Michele Tripodi

Condividi questo contenuto